Post

Post in Evidenza

Racconti di Altrove - Storie comuni di Fantasmi

Eccoci al grande giorno! Ieri, 12 Maggio è uscito il mio terzo lavoro editoriale 😁 Sono felice di presentarvi... "RACCONTI DI ALTROVE- Storie comuni di Fantasmi" Raccolta di diciotto racconti fanta-horror su fantasmi, demoni del sonno, spiriti inquieti, presenze residuali, tutti basati su storie vissute in prima persona, altre raccontate, rielaborate e romanzate per dare al lettore quel brivido in più, quella scossa lungo la schiena che richiama alla memoria la fragilità dell’uomo e il suo essere così…mortale. Anche questa copertina, come quella di "Io, mia madre e Lovecraft", è un'opera dell'artista e amico Alessio Serpetti. Potete ammirare tutte le sue meravigliose opere sul sito: https://www.alessioserpetti.com/ Voglio dedicare a me questo libro, per la tenacia, per essere una sopravvissuta, per continuare a credere nelle mie capacità e nei sogni. Per l'ascquisto andate sul sito www.pavedizioni.it Scrivendo il codice autori2022 potrete usufruire d

Sara Pilotta "Margherita"

Immagine
Ciao a tutti, oggi vorrei riproporvi questa autrice che già avete conosciuto sul mio post "Autore del giorno". Sara Pilotta, autrice di " Alex e Anya " ci propone " Margherita ", audio racconto di 20 minuti che verrà pubblicato su YouTube in forma gratuita il 17 marzo ore 19. Vi lascio alle sue parole e a qualche curiosità su di lei. https://youtube.com/c/LorenzoLoreti Buona lettura Eka Caro lettore, Quando ho steso il racconto “Margherita” ero scoraggiata perché stavo scrivendo il mio secondo romanzo e mi era preso il blocco dello scrittore. Ero arrivata a un punto ingarbugliato della trama e non sapevo come andare avanti; più cercavo di trovare soluzioni, meno ne venivano, così ho seguito il consiglio comune di svuotare la mente e impiegare il mio tempo in altre attività. Ho letto saggi, guardato serie tv e, una sera, mentre il sonno tardava a venire, mi è apparsa nitida nella mente l’immagine di una piccola margherita scossa dal vento. Chi ha letto “Ale

SOPRAVVISSUTI...

NON IMPORTA QUANTE VOLTE CADIAMO IN TERRA, QUELLO CHE CONTA E' RIALZARSI E CONTINUARE A CAMMINARE.  Il termine Sopravvissuto/a è una parola che uso spesso nella vita. Io stessa mi definisco una Sopravvissuta . Nella mia vita ho dovuto affrontare molte situazioni difficili. Dal periodo adolescenziale in cui mi vedevo costretta quasi sempre a scegliere se stare dalla parte di mia madre o quella di mio padre, se chiedere a uno o all'altra il permesso di uscire e a volte quasi di scegliere a chi voler più bene. Tutto questo solo perché i miei genitori decisero di separarsi quando avevo 12 anni circa e perché mia madre soffriva di paranoie a causa delle sue insicurezze e della sua perenne depressione. Piccolezze se si pensa alle vere tragedie della vita, ma drammi enormi quando si è adolescenti.  Vivere con una madre perennemente scontenta della sua vita che per la maggior parte del tempo accusa te dei suoi fallimenti, non è certo una passeggiata ma non solo, ti augura anche tutto

Anno nuovo...libro nuovo!

😀Ben trovati amici! Un buon 2022 pieno di felicità e grandi soddisfazioni. Siamo ormai entrati nel terzo anno di questa Pandemia Covid, nessuno immaginava durasse così tanto eppure siamo ancora qui a parlarne. In un modo o nell'altro siamo stati tutti colpiti da questo virus e ormai ne conosciamo quasi ogni aspetto, anche se di continuo sentiamo parlare di nuove varianti. Per fortuna possiamo tenergli testa vaccinando noi e i nostri cari per impedire che ci uccida o ci lasci effetti indesiderati cronici. Siamo al terzo richiamo e mi auguro vivamente sia l'ultimo perché ciò vorrebbe dire che il virus è stato debellato. Augurandovi tanta salute, volevo condividere con voi la notizia che il mio terzo manoscritto è stato spedito alla Casa Editrice Pav, che spero pubblici come i due precedenti. Per il momento nessun anticipo di ciò che parlerà questo mio nuovo lavoro...scaramanzia! Incrociate le dite per me!!! A presto risentirci Eka

I'M A FREAK...

Scrivo per non dimenticare, perché non sempre le cose brutte devono essere dimenticate, altrimenti si rischia di passare sopra di continuo a offese, mancanze che oltre a non meritare, ci fanno sprofondare in un vortice di tristezza e malessere. Non dobbiamo credere di essere noi i sbagliati, i diversi, solo perché pensiamo e agiamo in modo diverso dalla massa. Siamo individui unici e pensanti con gusti e opinioni diverse e se queste non vengono accettate da chi ci sta intorno, beh, problema loro. Non dobbiamo mai nascondere il nostro Essere solo perché non piace agli altri, non dobbiamo cambiare per nessuno se non per migliorare noi stessi, quindi se non piacciamo per come siamo, cambiamo chi ci sta intorno. La mia bisnonna diceva sempre: “Chi non mi ama, non mi merita” , ed io sono perfettamente d’accordo con lei. Chi non riesce a vedere nella profondità della nostra anima, non lo farà mai e non ci apprezzerà mai qualsiasi cosa faremo, perciò dobbiamo andare avanti per la nostra strad

"Regala la tua assenza a chi non da valore alla tua presenza"

Immagine
  REGALA LA TUA ASSENZA A CHI NON DÀ VALORE ALLA TUA PRESENZA… Questa frase mi appartiene da sempre… Nella vita ho creduto di far parte di qualcosa, solo per il semplice fatto di essere un membro della famiglia e di avere lo stesso sangue. Quanto mi sbagliavo! Non ho mai mancato di rispetto a nessuno, né tantomeno offeso qualcuno, mentre io sono stata sempre criticata e messa in disparte, fino a che non l’ho fatto di mia spontanea volontà. Ci ho provato in tutti i modi a essere come loro ma la realtà è che non lo sono. Non so mentire e se qualcosa non va, mi si legge in faccia. BEATI COLORO CHE SANNO FINGERE UN SORRISO, QUANDO PROVANO ASTIO DENTRO! Io non uso maschere perché mi fanno paura, uso parole e fatti. Ho sbagliato forse a non dire le cose in faccia quando potevo, ma ho preferito non farlo per paura che la mia rabbia potesse far uscire parole delle quali mi sarei pentita in seguito, anche se meritate. Ho parlato tanto volte, ho fatto notare le mancanze nei miei confronti e h

30.05.2012

Mamma 💛 "Si dice che il tempo guarisca le ferite; si dice che il dolore si attenui; si dice che il vuoto lasciato si colmi di nuovo; si dicono tante cose per farsi coraggio, ma se perdi una persona amata, perdi una parte di te. Una parte del tuo cuore muore, viene oscurata, diventa fredda e resterà così per sempre. Perchè niente potrà darle vita, come quel sorriso, quella voce, quegli abbracci, quel nome... ...Mamma!" 💛 Eka